Qui di seguito i contenuti del collega Redattore Domenico.

"La novità rappresentata dall’addobbo lungo tutto il percorso delle abitazioni garantirà un clima festoso ed emozionante che i giovani ciclisti ricorderanno a lungo, trovandosi ad assaporare uno spettacolo unico riservato abitualmente solo ai ciclisti professionisti nelle grandi gare a livello Internazionale! L’organizzazione premierà addirittura le abitazioni che si distingueranno per stile e vivacità, e in una piccola frazione come Centinarola di Fano, dove la manifestazione è attesa a lungo le cose le faranno alla grande!

Oltre alle scenografie si annuncia anche come una grande giornata di Sport per il Ciclismo giovanile quella di Domenica 15 Luglio 2018 a Fano; la IV edizione del Memorial Michele&Stefano ormai ha assunto le caratteristiche di una “classica” della stagione del Ciclismo Giovanile Allievi su strada: organizzato dalla SCD Centinarolese in collaborazione con la rinomata Alma Juventus Fano infatti ha attratto l’attenzione degli addetti ai lavori e degli atleti migliori  per le caratteristiche del percorso e per l’attenzione ad una manifestazione coltivata con passione ed entusiasmo nel ricordo di due appassionati autentici di Ciclismo. Confermata la presenza di oltre 100 atleti da tutta Italia anche in questa edizione, quest’anno una nutrita schiera di ciclisti Emiliano-Romagnoli da segnalare alla caccia di un risultato importante, approdato negli ultimi anni nella vicina Umbria con la doppietta della UC Foligno del 2017 che aveva interrotto l’egemonia dei terribili ragazzi Veneti della Cage-Capes Silvana.

Il percorso di gara, di 76 km totali, è un circuito cittadino da ripetersi 8 volte: si snoda nella lussureggiante vegetazione che costeggia il torrente Arzilla, proseguendo nell’abitato di Fenile, Zona Trave, Fornace e Via Fanella, tratti di strade molto tecniche ed impegnative, per poi affrontare nell’ultima tornata l’ascesa alla collina di Montegiove prima dell’arrivo nel cuore di Centinarola.  

La manifestazione, (con il patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino, del Comune di Fano), intitolata a Michele Santini e Stefano Ferri, due amici ciclisti prematuramente scomparsi, è organizzata con entusiasmo dalla SDC Centinarolese, la cui intenzione è quella di voler offrire il proprio contributo con questa gara focalizzando l’attenzione sulla realtà del ciclismo giovanile, per la crescita di questo sport appassionante, e dal grande valore educativo."

E per chi volesse arricchire l'esperienza informativa con alcune immagini, clicchi sul video promozionale al  seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=Ntd6BIltwP0

https://colincanride.com/2018/06/19/pansers-invade-london/

Non ci sono altre parole da aggiungere rispetto quelle dette in TV durante l'intervista sostenuta da alcuni di noi, per cui....

 

Buona visione

https://www.youtube.com/watch?v=-en_N2MONpY&t=15s

 

Attenzione, sotto l’articolo le foto del nostro fotografo ufficiale “Ro& Ro”.

E’ incredibile come ogni volta si possa rimanere stupiti dal divertimento che ci regalano le nostre uscite, dopo che alla fine della precedente avventura ci si è detti, solennemente e all’unanimità: "Bè... non ci siamo mai divertiti così tanto".

Eppure eccoci qua, a raccontare le emozioni regalate da quest'ultima, meravigliosa esperienza.  
Ma questa volta vorrei ripercorrere il week-end toscano appena trascorso, attraverso dei piccoli “flash”.  Piccoli bagliori che mi hanno illuminato, anche in maniera inaspettata, durante le due giornate di ciclismo turistico e amatoriale.   Momenti che hanno lasciato un segno, come fossero delle singole pennellate di un contesto pittorico ben più ampio, senza seguire un filo logico temporale tipico della narrativa.

Ma Veniamo a noi: 

Prima pennellata: una passeggiata d’altri tempi 

Venerdì tardo pomeriggio, arriviamo a Firenze, o meglio in un piccolo borgo sperduto fra le colline fiorentine, dove veniamo accolti da un paesaggio naturale fantastico:  luce calda e colori degni della tavolozza di un pittore bohémien.   Giusto il tempo di appoggiare le borse e di bere un buon rosso (gentilmente offerto dai ragazzi gestori dell’agriturismo) e via, iniziamo un giro di perlustrazione in un paesaggio bucolico fra olivi, filari, cavalli, pecore, conigli, polli ed ogni altro genere di situazione che la fantasia facilmente riconduce alla tipica immagine della vecchia fattoria delle fiabe.....Complimenti Maddy per l’accurata scelta del posto.

Seconda pennellata: pesce dell’Adriatico sulle colline del Chianti 
Una delle cose che ci contraddistingue è l’immancabile abbuffata di pesce ovunque e comunque.  Il mitico Giomare arriva con la sua padella piena di un gustosissimo sugo al grillo e, senza quasi salutarlo, affamati come siamo, buttiamo giù gli spaghetti nell’acqua, già opportunamente in ebollizione grazie al contatto via chat in tempo reale con l’auto del Gioma lungo il percorso di avvicinamento al nostro agriturismo.  In quanto ad organizzazione mangiereccia non ci batte nessuno.

 

Terza: frase d'amore della Sabry 
La notte quel galantuomo del presidente ci viene a dare la buonanotte donandoci un bacio Perugina.  immediatamente ognuno divora il proprio cioccolatino e legge avidamente l’immancabile frase d’amore in esso contenuta.  E qui che si accende la mitica Sabry che, leggendo la propria frase si lancia in una corte spietata verso il “Canuto”.  Lo segue ovunque e pronuncia ripetutamente la frase di Plino il Giovane che ormai ha fatto sua: “è bello leggere le tue lettere ma ancor più bello è ascoltare il suono dolce della tua voce”.  c’è chi è pronto a giurare di aver visto una lacrima scendere sul volto del canuto ma non è dato sapere se per amore (da cuore intenerito) o se per sfinimento, alla vent’esima interpretazione della frase da parte della moglie. 



Quarta: Faccia da “8” della First Lady

Nelle salite "ignoranti" (come direbbe Daniele,  il nostro bike coach) si fanno avanti le donne elettriche: Sonia, Patty ma soprattutto Faby che con un'espressione come quella di una  una bambina alle prese col suo nuovo regalo (la famosa faccia da 8, dal numero della foto segnalata, via chat, da Antonio) supera tutti con una gioia immensa e un divertimento forse mai provato prima.

Quinta: Un brindisi Fantozziano

Si proprio cosi !!!  La sera del Sabato, dopo aver pedalato tutto il giorno e dopo una cena rigorosamente vegetariana abbiamo realizzato che al brindisi di mezzanotte, in onore del compleanno di Marchetto, non ci sarebbe arrivato nessuno.  Di qui la decisione, spontanea ed unanime, di far girare in avanti le lancette dell'orologio di un paio d'ore (proprio  come fece il gruppo musicale che allietava il capodanno nel primo Fantozzi).  I festeggiamenti “anticipati” si sono tenuti nella suite imperiale  (la camera riservata ai dipendenti delle Regioni,  delle Asur e della Sanità)  che vanta un soggiorno ben arredato adattissimo allo scopo.

Sesta: FFSS – Stazione di Badesse

Sulla via del ritorno, in treno da Siena a Firenze, ci fermiamo in una piccola di stazione ma l'annuncio fonico automatizzato delle Ferrovie dello Stato non parte.  Interviene allora la signora Renna, che con un fare sorgnone e scanzonato annuncia: "Badesse,  stazione di Badesse” e poi appoggia la testa sul suo avambraccio, accompagnando il gesto con un sonoro e plateale “sbuffo”.  Come a dire: “tocca fare sempre tutto a me...”.

 

 

E poi ancora, altre piccole pennellate che, qua e la, hanno contribuito a rendere unica questa immagine pittorea e a rendere particolarmente vivace il colore di questo week end toscano.

 

Fra queste: la “conquista” del centro storico di Siena in bicicletta via centro commerciale con tanto di infrazione e di fermata da parte delle forze dell’ordine, le numerose soste gozzoviglianti nei bar lungo le vie del Chianti con gli amici di Napoli, Ivrea, Roma e Catania di seguito citati e ai quali va il nostro più caro saluto. Ci sarebbe tanto altro da raccontare ma penso che possa bastare così.

 

Buona vita e.... arrivederci a tutti.

 

TITOLI DI CODA - HANNO PARTECIPATO

Daniele e Paolino, nei panni di Bike coach

Rosario e Cinzia, nei panni di Rosario e Cinzia
Marcello 
Riccardo e Silvia 
Francesco 
Amedeo, nei panni di “The Doctor” 
Carlina, nei panni di “Fine corsa”
Ed infine, alcuni rappresentati del fantastico gruppo, i “Pansèr”, nei panni dei “Ciclisti Fighi”


 


Visita sempre la nostra pagina Web (www.centinarolese.it) e rimani aggiornato!!!

 

Pubblico, in nome e  per conto del consigliere Mr.  Colin Fisher, un articolo da lui redatto in onore della società ciclistica a cui tutti noi apparteniamo.  Considerate le belle parole, scritte più col cuore che con la penna, colgo l'occasione per ringraziare, personalmente e a nome di tutto il direttivo, l'amico a Colin che da domani sarà di nuovo con noi a pedalare sulle colline di Cartoceto e dintorni. 

6 aprile 2018

Oggi è il terzo anniversario della mia prima corsa con i Pansèr. 57 km da Fano, via San Costanzo, Orciano di Pesaro e ritorno al bar di Centinarola. Ricordo il vento, la pioggia e (all'epoca) la lunga distanza. Soprattutto ricordo il benvenuto. Uno straniero di Londra in mezzo a voi. Mi avete fatto sentire a casa sin dalla prima volta.

Pino era il mio maestro. Mi ha aiutato a passare dalla pista alla strada. Ho avuto molto da imparare. Così tanti Pansèr mi hanno aiutato da allora.

Negli ultimi tre anni ho avuto esperienze meravigliose sulla bici e con tutti i miei nuovi amici. Giri sulle colline marchigiane, giri lungo la costa, altri giri più impegnativi,  il Cippo, le Dolomiti e tanti divertimenti intorno alla tavola e sulle piste da ballo.

Tre anni dopo, ci troviamo ad essere gemellati con il mio club londinese, Islington CC. Ora sono nel Consiglio del club e stiamo iniziando una nuova avventura - imparare l'inglese.

Mi sono rotto la schiena quattro anni fa.  Pansèr,  mi avete aiutato così tanto con il mio recupero fisico e mentale.  Ho sviluppato un livello ciclistico ben oltre i miei sogni.  Non posso ringraziarvi abbastanza.

Amici e Bici
Colin

Page 1 of 28

@Centinarolese su Twitter

"Could Not Retrieve any Tweets"

NewsLetter

Iscriviti alla nostra mailing list per essere costantemente informato sulle nostre iniziative

Consulta l'archivio

FOTO Memorial 2017

Orario

orario 

Ritrovo al Bar 100 Role
il sabato e la domenica

partenza ore 08:00