skip to Main Content

Giro di Muscoli: una ricetta perfetta

Foto: Giro di Muscoli Replay a beneficio di Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica (AISLA)

Ingredienti

– Una persona dedita allo sport

– Un ciclista amatoriale di buon animo e di grandi valori

– Un uomo che lotta contro il destino

– Una squadra di ciclismo amatoriale

– Un gruppo di amici con forte sensibilità sociale

– 2.320 chilometri di strada asfaltata

– Un “pizzico” di fatica

– Una intera comunità che risponde all’appello.

Preparazione

Prendete una persona sportiva, aggiungete una generosa dose di buoni valori umani, incorporate un obiettivo importante, molto importante. Ora mescolate il tutto con forza e determinazione e portate a compimento facendo attenzione al giusto equilibrio di sapori e valori. Il risultato sarà di sicura qualità, una delizia di umanità, altruismo, amicizia e di amore verso il prossimo che vi lascerà il dolce in bocca.

Quella appena descritta è sicuramente una delle migliori ricette che l’uomo può mettere in pentola quando si parla di altruismo.

Nel caso di specie si tratta una bella iniziativa, organizzata dal nostro iscritto Colin Fisher. Ma soprattutto, si tratta di una storia di amicizia, vera e profonda, come quella che lega il citato Colin con l’amico olandese (Gerben Gravendeel) che eroicamente combatte ogni giorno contro una malattia da sconfiggere.

L’iniziativa caratterizzata da uno scopo benefico, è nata dalla volontà di Colin di fare qualcosa per un caro amico e per tutti quelli che, come lui, si trovano a dover fronteggiare una realtà quotidiana difficile a causa della malattia. In particolare l’obiettivo principale è quello teso alla raccolta fondi per migliorare l’assistenza alle persone affette da malattie neuromuscolari degenerative come la Sclerosi Laterale Amiotrofica.

6995737D-7A09-45A1-AF93-328707641A93

L’iniziativa nel dettaglio

L’idea nasce dalla fusione dell’amicizia che lega Coline e Gerben con la passione per lo sport e per le due ruote in particolare.

Si tratta di evento ciclistico che ha toccato alcune importanti città europee. Il via da Londra, passando per Arnhem (Olanda) e facendo l’ingresso in Italia attraverso le Alpi. E poi giù, fino a conclusione, nella citta della fortuna: FANO. Si la nostra Fano, sede della Società Ciclistica Dilettantistica Centinarolese, che può vantare fra i propri membri iscritti, Colin, per l’appunto.

Dall’idea di fondo è nata anche una fondazione, denominata “Giro di Muscoli”. Si tratta di un’organizzazione benefica registrata nei Paesi Bassi composta da un piccolo gruppo di persone entusiaste e impegnate, che supportano Gerben e Colin nel trasformare il loro sogno in realtà. Il sogno: Aiutare i parenti e gli assistenti che si prendono cura delle persone con diagnosi di SLA / MND o di una malattia muscolare comparabile, in modo che sia il paziente che il Caregiver sperimentino una migliore qualità della vita.

La felice conclusione

La descrizione che precede fornisce solo in parte la portata sociale ed emotiva della bella iniziativa. Ad ogni modo oggi (Domenica 4 Ottobre 2020), nonostante alcune difficoltà organizzative determinate dall’ormai tristemente nota situazione pandemica, Colin ha concluso l’ultima tappa della sua impresa benefica. È arrivato a Fano scorato da un nutrito gruppo di ciclisti e amici assolutamente entusiasti di dare il proprio contributo per il fine nobile della pedalata. Molte le società ciclistiche di Fano e di tutta la Provincia di Pesaro e Urbino che hanno voluto partecipare all’evento pedalando al fiano dell’organizzatore. A tutte va un sentito grazie da parte di Colin e di tutta l’ASD Centinarolese che ha fornito un aiuto, per curare gli aspetti organizzativi territoriali.

L’arrivo di Colin e della sua “carovana” è stata accolta dalle autorità cittadine che si sono adoperate per formare un comitato di benvenuto all’altezza della situazione.

Il tutto si è poi chiuso con un aperitivo per festeggiare la riuscita dell’iniziativa che fra le altre cose ha portato ad una importante raccolta fondi, grazie ai quali Colin e la Fondazione “Giro di Muscoli” potranno concretizzare alcune importanti azioni. Fra queste:

– favorire l’informazione sulla malattia, stimolando le strutture competenti a una presa in carico adeguata e qualificata dei malati

– migliorare dell’accesso alle cure

– promuovere la ricerca scientifica per il trattamento della SLA e per l’esplorazione delle possibili cause

– promuovere la realizzazione di una piattaforma di comunicazione per pazienti con SLA, persone care, parenti ed altri malati al fine di fornire un canale aggiuntivo per migliorare la qualità della vita e l’assistenza ai pazienti con SLA.

Grazie Colin: per la bella impresa ciclistica, per la tua idea a scopo benefico e per aver dato modo a noi (e a tante altre persone) di partecipare fattivamente ad un’iniziativa piena di valori umani.

Paolo Carloni, Consiglio

7A0A308D-1B00-4E43-BC2F-075732A9AFFE_1_201_a

 

Un messaggio da Colin

Grazie Paolo per le bellissime parole. Grazie ai Consiglieri della Centinarolese per l’organizzazione dell’evento e per l’aperitivo offerto. Grazie a tutti i club di ciclismo che si sono uniti a me per l’ultima tappa (Centinarolese, Bike Station, Calcinelli, Fanese,  Fano Bike, Marottese, Mattioli, Pantere Rosa, Snam Progetti). Grazie al Comune di Fano.

Fisicamente è stata una giornata facile, ma emotivamente molto difficile.

Grazie a tutti coloro che hanno contribuito. Il totale delle iscrizione e delle donazioni che è stato donato ad AISLA, senza detrazioni per i costi, è stato:

€ 2.442,10

B88B9C03-9F9D-4E85-A700-60E7D578332C

Foto: Rodolfo Rosaverde

 

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top