skip to Main Content
Casa Angeletti: Ottima Cucina Anglo/Mediterranea

Casa Angeletti: ottima cucina Anglo/Mediterranea

Domenica 10 Novembre 2019……siamo arrivati al terzo appuntamento col tradizionale giro ciclo-eno-gastronomico di casa Angeletti, un giro particolarmente sentito dagli appassionati e atteso dagli amanti della buona tavola.  Gli organizzatori: Sir Colin and his amazing wife Jan, anche quest’anno hanno stupito i loro invitati con ottimo cibo e una location perfetta. La giornata soleggiata, sia pur leggermente fresca, ha regalato scorci incantevoli sul casolare e  sul paesello di Cartoceto.

L’appuntamento al bar per il giro ciclistico, che precede l’aperi-pranzo Angeletti, è stato caratterizzato da una affollata partecipazione (i motivi sono ovvi).  Il percorso non è dei più semplici in quanto diverse colline dell’entro terra fanese lo rendono faticoso, soprattutto se affrontato con i ritmi che caratterizzano i giri dei Pansèr degli ultimi tempi.  Tuttavia una insolita spensieratezza caratterizza le pedalate che servono, fondamentalmente, ad ingannare il tempo che separa il gruppo affamato dall’agognato pranzo offerto dalla famiglia Fisher.

A fine giro, nelle vicinanze di casa Angeletti, alcuni di noi vengono colti da un atroce dubbio: “e se quando ci annunciamo al citofono ci dovesse rispondere il proprietario con un punto di domanda?  Cioè, e se chi ci ha inviato non si fosse ricordato dall’appuntamento programmato e tanto atteso?”.  Ma subito ci tranquillizziamo e ci diciamo: “ma come fanno a venirci in mente certi dubbi?  Stiamo parlando di un inglese e gli inglesi, lo sappiamo……sono precisi e puntuali (ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale).

E così, alle 12 puntuali ci presentiamo a casa Angeletti; il cancello è già aperto e i più affamati si lanciano verso il retro della casa dove, si pensa, sia allestito il ricco buffet.  Una folle corsa (quasi uno sprint finale) che ha fatto da subito una vittima illustre…. trattasi del consigliere Marco Sambuchi, che nella foga più assoluta, in sella alla sua bicicletta, colpisce in pieno il marciapiede del contorno casa e cade rovinosamente dando una poderosa zigomata (con riverbero mandibolare) sul freddo cemento.  Gli altri ciclisti, profittando della caduta, si proiettano immediatamente a bordo tavola per garantirsi i posti migliori.  Con calma, poi, verrà medicato il malcapitato che ad ogni modo ha dato pronta evidenza del buon funzionamento della sua mandibola, aggredendo la tavola con rinnovata energia.

Solo dopo aver calmato le ansie dello stomaco, ad alcuni di noi, viene in mente che si era concordato di entrare in casa omaggiando i padroni con un presente.  In effetti il citato presente esiste, si tratta di un manufatto di alta qualità elaborato dalle esperte mani della signora Rosaverde (no, non quella Rosaverde,  non la Sabry…. che ha tante qualità ma non propriamente quelle di intrecciare, con pazienza, corde e fili pregiati).  

Tornando a noi e alla tavola, …….va detto che ogni anno la padrona di casa si diletta, fra le altre cose, in una ricetta particolare e quest’anno, il piatto forte è risultato, a maggioranza assoluta, il pollo al curry.  Un piatto caldo e leggermente piccante che ha subito accolto e riscaldato gli stomaci infreddoliti dei ciclisti affaticati.  Si narra di qualcuno che si è pappato ben tre (dico 3) piatti di questa prelibata pietanza. Ma queste sono, ovviamente, solo leggende metropolitane.

Quest’anno mancava il fotografo ufficiale (pare abbia lasciato sola la moglie per recarsi da giovani amiche a Roma per un festino privato) e l’evento rischiava, quindi, di non essere adeguatamente documentato.   E così che in diversi si sono improvvisati fotografi e per dimostrarsi all’altezza del re del selfie, si sono prodigati in arrampicate su muri, inquadrature raso terra, scatti da sotto le gambe, da sopra la testa, fino ad arrivare a foto caleidoscopiche…. Cose mai viste.

In conclusione, che dire…… la fam. Fisher non ha sbagliato un colpo. Ancora una volta ci ha deliziato con prelibatezze e chicche che ci hanno accompagnato fino alla fine dell’evento culinario.  Sir Colin ci ha addirittura offerto un caffè con tanto di correzione di pregiati distillati inglesi che giungono in tavola trasportati dal suo fondoschiena (le tasche schienali della divisa ciclistica).  È in questa occasione che si materializzano anche i miei cioccolatini preferiti:  i favolosi Mon Cheri .

Grazie, grazie e ancora grazie Jan e Colin.  Perfetti come sempre. Restiamo in ansiosa attesa del menù del prossimo anno!!!

Foto di Pansèr

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top