skip to Main Content
Articolo Di Gemellaggio Da Londra

Articolo di gemellaggio da Londra

Questo articolo è stato scritto da Andy Booth, uno dei londinesi che è venuto a Fano per il gemellaggio. È apparso nella newsletter dell’Islington Cycling Club.

Il gruppo Pansèr English Lessons l’ha tradotto. Bravo classe.

 

Rapporto sul viaggio di gemellaggio in Italia di Andy Booth

Dicono “La fortuna aiuta gli audaci”. Dicono inoltre che “bisogna essere sempre pronti” così fanno quelli che sanno? Ad ogni modo, mi sento dannatamente fortunato ora. Sentivo la necessità di una pausa, e l’occasione mi è arrivata inaspettatamente da una conversazione casuale, presso il club ciclistico di via Mott Street di domenica. Questa mi ha portato a conoscenza del viaggio di gemellaggio di ICC/Pansers in Italia. Dieci giorni dopo, mi sono incontrato, con precisione tipica di un marchio di qualità, con Colin, all’aeroporto di Ancona. Da quel momento, sono stato sbattuto per i quattro migliori giorni del mio 2019!

Il pranzo da Colin e Jan è stato seguito da una riunione con i “luminari” dell’ ICC, Jyde, Gino, Cliff e Sean, e quindi da una graditissima e fantastica cena fatta in casa con i Pansèr. Sì, ho mangiato una quantità incredibile di cibo in questo viaggio, ma sono sicuro di averlo bruciato tutto in bicicletta. Dopo cena sono andato a casa dei miei ospiti: l’inimitabile Marco e l’affascinante Nadia. Tutti i Pansèr sono stati fantastici e di gran cuore, io sono stato particolarmente fortunato ad avere Marco e Nadia come miei ospiti.

Loro sono le migliori e piu generose persone che tu possa sperare di incontrare. Non sono sicuro se tecnicamente mi possano adottare nella famiglia, ma ora loro sono ufficialmente I miei Papa e Mamma Italiani.

Così, possiamo dire, abbiamo mangiato molto e anche pedalato!

 

Primo giorno

Colin ha promesso una facile pedalata. Le statistiche di Strava contraddicono questo con 111 km e 1.600 m di dislivello. Però non ce ne siamo accorti. Lo scenario durante la corsa attraverso la gola del Furlo era assolutamente mozzafiato. High Barnet non lo era. Ci siamo fermati per pranzo e abbiamo mangiato abbastanza carbonara da sfamare un paese di medie dimensioni e poi alcuni bicchierni di limoncello, perché no? Colin aveva ragione, questo è stato il giro più facile e divertente di 100 km che io abbia mai fatto e abbiamo finito la corsa con un gelato a Calcinelli perché non avevamo mangiato abbastanza, ovviamente.

 

Giorno due

Oggi le cose si sono fatte più impegnative. Un giro in bicicletta con tutto il gruppo dei Panser. Un giro incredibile come quello del giorno prima (senza carbonara per pranzo; HO IMPARATO LA LEZIONE). con l’aggiunta di una salita di 7km con panorami stupafacente sulle Marche. Inutile dire che la salita di Swaine (a Londra) il sabato prima della partenza non mi ha preparato per affrontare questa salita.

Comunque ci siamo riusciti grazie anche all’aiuto dei Panser che hanno avuto pietà della nostra preparazione. Con soddisfazione siamo arrivati in cima e alla fine del giro Marco mi ha ingannato perché invece di andare a casa Nadia a aveva un’altra idea perché voleva fare un giro con me dopo aver finito di lavorare.

Questo percorso extra includeva una salita che ha caratterizzato il giro di quest’anno. Temo di pensare a quanto più lente sono le mie gambe molli a confronto di un professionista. Non preoccuparti, la ricompensa è stata rapida e abbondante. In cima alla salita abbiamo incontrato Fabio e alcuni altri partecipanti ( duri ) del giro del club. Altro cibo, altri alcolici e il rock classico dall’impianto di Fabio. Uno del migliori momenti del week end per me.

 

Terzo giorno

Dopo un pasto al ristorante in cui ho perso il conto del numero delle portate il giorno seguente abbiamo partecipato a un giro di beneficenza locale nella vicina Pesaro. Essere trattati come celebrità minori all’inizio era ingiustificato, ma nessuno ICCer ha corretto gli organizzatori che, di fatto, non eravamo partiti da Londra per essere lì. Il giro presentava la favolosa Panoramica.

Grandiosamente organizzato da Colin …..in modo giusto

Questo percorso ondulato ha una vista mozzafiato sul mare e tutt’intorno nella campagna ovunque tu guardi. Posso capire perché Pavarotti ha scelto qui la casa per le vacanze. (Paradossalmente mi sento appesantito come lui visto l’ apporto di pane e pasta in questi giorni) Questo è stato il miglior percorso del viaggio e uno dei migliori della mia vita. Assolutamente da fare.

Un pasto d’addio e le birre hanno emozionato anche me che credevo di essere uno Scozzese “duro”. Ero a conoscenza di diventare un po Italiano ? Lo speravo!!

Dopo una settimana di impareggiabili coccole da parte dei Panser, avevo praticamente perso ogni indipendenza e mi ero abituato ad essere totalmente accudito.

È cosi che Colin, che ha sempre risolto i problemi, ha risolto anche i miei problemi di viaggio davanti ad una pinta di birra. Mitico Colin…..una leggenda. Con un addio ai miei amici davanti ad un whisky, il weekend ciclistico era finito. Che tristezza!!! I ricordi, tuttavia, non sarann dimenticati.

Quindi……consiglierei il gemellaggio ai membri dell’ICC? Non sono sicuro di poter esprimere adeguatamente a parole quanto lo consiglierei a dire il vero. Se stai cercando una pausa ciclistica completamente unica ed autentica con il gruppo di persone più amichevoli del mondo che ti offre la migliore ospitalità che puoi immaginare e le corse mozzafiato, allora questo è per te!!!

Non vedo l’ora di ripagare il favore quando i Panser ci visiteranno l’anno prossimo., e sto già cercando di capire come posso avvicinarmi all’ ospitalità italiana.

Mentre la guida è stata senza dubbio fenomenale, come nella maggior parte della vita, sono le persone che ce l’hanno fatta. I miei colleghi membri dell’ICC hanno avuto l’energia infinita, le battute e la resistenza instancabile di consumare un altro pasto di sei portate durante il fine settimana. Insisto ancora   sul punto, ma i Panser (senza eccezione) hanno trattato tutti come dei re durante il nostro soggiorno a Fano. Mi sarei sentito in colpa se non mi fossi divertendo così tanto!

Ci sono molte cose fantastiche che derivano dall’essere un membro di Islington CC, ma avere la possibilità di prendere parte a questo scambio emozionante e gratificante è sicuramente il migliore.

Mi iscriverò di nuovo tra due anni e ti consiglio di fare lo stesso, potresti essere fortunato come me. Forse sarebbe meglio prenotare con almeno due settimane di anticipo, per sicurezza.

Nelle parole di Del Boy “colui che osa, Rodney …” 

Andy

WhatsApp Image 2019-09-16 at 01.02.08

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top